MENÙ

Nicolas Rossignol

Francia - 

Borgogna Côte d’Or - 

Beaune 

Pommard Primer Cru Les Épenots

100% Pinot Nero

Zona di produzione: due appezzamenti, uno situato ai piedi della collina Pommard, nei Petits Épenots, sul versante di Beaune in fondo alla collina, l'altro in cima alla collina sopra il Clos des Épeneaux

Terreno: Il terreno è rossastro al chiaro, con numerose pietre rotolate. Terreno abbastanza leggero, molto drenante che permette alle uve di raggiungere un'ottima maturazione

Vendemmia: manuale

Vinificazione: fermentazione di lieviti indigeni

Affinamento: affinato per 18 mesi in botte (15-20% rovere nuovo)

Colore: rosso granato

Profumo: aromi di frutti di bosco, freschi ma non acerbi. Lieve speziatura dolce

Sapore: vino ricco e potente. Aromi pieni e intensi di frutti neri quasi selvatici, con tannini potenti tipici del terroir di Pommard ma maturi e rimanenti setosi

Grado Alcolico: 13% vol

CATALOGO Nicolas Rossignol

Bourgogne Pinot Noir

Nicolas Rossignol
Scopri

Beaune Premier Cru Clos des Mouches

Nicolas Rossignol
Scopri

Volnay

Nicolas Rossignol
Scopri

Volnay Premier Cru Clos des Angles

Nicolas Rossignol
Scopri

Volnay Premier Cru Ronceret

Nicolas Rossignol
Scopri

Pommard Noizons

Nicolas Rossignol
Scopri

Pommard Primer Cru Argillieres

Nicolas Rossignol
Scopri

Pommard Primer Cru Les Épenots

Nicolas Rossignol
Scopri

Aloxe-Corton

Nicolas Rossignol
Scopri

Pernand-Vergelesses Premier Cru Fichots

Nicolas Rossignol
Scopri

Savigny-Les-Beaune

Nicolas Rossignol
Scopri

L’AZIENDA

Classe 1974, Nicolas ha iniziato poco più che ventenne a vinificare le uve del Domaine di famiglia Rossignol-Jeanniard, anche se la sua formazione si è concretizzata nelle molteplici esperienze, dapprima in altri Domaines di Borgogna e poi nella zona della Châteauneuf-du-Pape, a Bordeaux ed infine in Sudafrica. Nel 1997 dà vita al suo Domaine con soli 3 ettari che però, dopo la fusione nel 2011 tra il Domaine Nicolas Rossignol e quello di famiglia Rossignol-Jeanniard, diventano 17 dalle cui uve vengono prodotte ben 35 diverse appellazioni. L’inizio del 2017, con l’entrata nella nuova cantina di Beaune, ha permesso al talentuoso “vigneron” di esprimere ancor meglio la sua grande capacità di interpretazione del Pinot Nero: dal “piccolo” Bourgogne, passando per i Pommard, interpretando al meglio anche le più piccole sfaccettature dei Volnay, villaggio dove Nicolas si dedica in modo particolare. Tutti i vigneti sono condotti con metodo “lutte raisonnée”, che tiene conto dell’influenza lunare sia per il lavoro del vigneto, sia per l’elaborazione e l’invecchiamento dei vini. Non viene utilizzato alcun diserbante chimico: solo l’aratura consente la manutenzione del suolo. Tutto questo fa di Nicolas un grande interprete del Pinot Nero in Borgogna attraverso vini fini e profondi.